Heidegger e I problemi fondamentalidella fenomenologia. by Friedrich-Wilhelm von Herrmann

By Friedrich-Wilhelm von Herrmann

Friedrich-Wilhelm von Herrmann

HEIDEGGER E ‘I PROLBLEMI FONDAMENTALI DELLA FENOMENOLOGIA’. Sulla «seconda meta'» di ‘Essere e tempo’.

Con un poscritto sull’Edizione completa delle opere di Heidegger

In copertina: Heidegger in una foto degli anni Venti, tratta da W. Biemel, Martin Heidegger in Selbstzeugnissen und Bilddokumenten, Rowohlt, Reinbeck 1973.
a cura di Costantino Esposito, settembre 1993, pp. ninety three, £. 18.000

Nel 1927 Heidegger pubblica Essere e pace, quella che rimane, oltre che l. a. sua opera maggiore, una delle tappe decisive di tutta l. a. filosofia contemporanea. Ma Essere e pace si presenta come un’opera interrotta: solo come «prima meta'» di un trattato che dovra' essere complettato con una «seconda meta'». In quest’ultima, a partire dall’analitica dell’esistenza — svolta nella prima meta' — si dovra' dare infine risposta alla questione sul senso dell’essere in base al pace. Ma questa seconda meta' non verra' ma piu' pubblicata, e l’incompiutezza dellopera diverra' l. a. cifra di una strutturale sospensione dell’ontologia dell’esserci sull’abisso non ancora raggiunto — in un certo senso irraggiungibile — del senso e della verita' dell’«esssere» stesso.

Sempre nel 1927, pero', Heidegger tiene all’Universita' di Marburgo un corso su I problemi fondamentali della fenomenologia, concependolo proprio come il completamento della prima parte dell’opera pubblicata. Il tentativo di von Herrmann e' quello di introdurre alla lettura di questo corso, non solo come il compimento — in una through piu' storica — dell’interrogazione fenomenologico-ermeneutica di Essere e pace, ma anche come un momento centrale ed essenziale di passaggio (di «svolta») alle questioni che impegneranno successivamente il pensiero heideggeriano. Questo scritto di von Herrmann ci si presenta dunque sia come un prezioso strumento di ricostruzione testuale e un saggio esemplare di storiografia heideggeriana; sia come un tributo all’interpretazione complessiva del «problema dell’essere».

Come poscritto alla traduzione italiana, segue un testo inedito di von Hermann sull’Edizione completa delle opere di Heidegger.

Show description

Read or Download Heidegger e I problemi fondamentalidella fenomenologia. Sulla «seconda metà» di Essere e tempo PDF

Best other social sciences books

Place, Commonality and Judgment: Continental Philosophy and the Ancient Greeks

During this very important and hugely unique booklet, position, commonality and judgment give you the framework during which works valuable to the Greek philosophical and literary culture are usefully situated and reinterpreted. Greek lifestyles, it may be argued, used to be outlined via the interconnection of position, commonality and judgment.

Lebenswelt oder Natur. Schwacher Naturalismus und Naturbegriff bei Jürgen Habermas

In seinen neueren Veröffentlichungen tritt Jürgen Habermas immer wieder als prominenter Kritiker von Naturalismus und Szientismus auf. Er will die kommunikative Vernunft vor ihrer Reduktion auf die instrumentelle bewahren, ohne dabei hinter die Voraussetzungen dessen zurückzufallen, was once er nachmetaphysisches Denken nennt.

Additional info for Heidegger e I problemi fondamentalidella fenomenologia. Sulla «seconda metà» di Essere e tempo

Example text

Le strutture fondamentali e i modi fondamentali dell'essere»43. ] dei quattro problemi fondamentali, erano conseguite in diretta prosecuzione e in immediata connessione con le analisi sistematiche della seconda sezione. Contrariamente a ciò, nella seconda elaborazione si riscontra una deviazione significativa. Già nel § 1 dell'Introduzione veniamo a sapere di non poter giungere ai problemi fondamentali della fenomenologia per via diretta, «bensì per la via traversa di una discussione di determinati problemi particolari» 44 • In questi ultimi si tratta di «tesi caratteristiche sull'essere, espresse nel corso della storia della filosofia occidentale, a partire dall'antichità».

LA SECONDA ELABORAZIONE DI «TEMPO ED ESSERE» 55 in volta l'esserci, viene determinato in base al modo con cui esso si rapporta, nel suo essere, a questo essere stesso. L'articolazione d'essere dell'esserci non è mai quella di essentia ed existentia, bensì quella di esistenza e chi-è. Ma la tesi tramandata riguardo alla distinctio dell'essere in essentia ed existentia, non conserva il suo valore nemmeno per tutti quanti gli enti non conformi all'esserci. La limitazione e la modificazione necessarie si estendono anche all'ente non conforme all'esserci, poiché neppure esso è generalmente e regolarmente presente-sottomano, di volta in volta, nel suo che-cos'è.

50, 194, 246 (trad. , pp. 73, 242, 301-302). Sulla «consistenza» (Bestand) ideale dell'ente vedi p. es. Sein und Zeit, pp. 216-217, 362-363 (trad. , pp. ] 40 Sein und Zeit, p. 437 [trad. , p. 520]. 38 HEIDEGGER E I PROBLEMI FONDAMENTALI DELLA FENOMENOLOGIA propria dell'esserci - nella modalità del progetto gettato. Non solo la comprensione aprente l'esserci come essere-nel-mondo, ma anche la comprensione aprente l'essere dell'ente non conforme all'esserci, in quanto è un progettare gettato, è possibile solo in conformità all'esserci, in base all' «originaria costituzione d'essere» dell'esserci, alla sua temporalità estatica.

Download PDF sample

Rated 4.49 of 5 – based on 31 votes